giovedì 17 luglio 2014

Aggiornamento sulla nidificazione degli Assioli

Sono passati alcuni giorni dalle disavventure degli Assioli con il gatto e il piccolo caduto fuori appeso ad un filo.
La fototrappola in questi giorni non ha registrato molti filmati e questo non è un buon segno, perchè i genitori quando i piccoli crescono intensificano le attività, in questo caso invece sono rallentate.
Soprattutto per questo motivo poco fà sono andato a fare una verifica, quindi ho preso la scala e appena mi sono sincerato che la femmina non era presente ho fatto una verifica al volo e purtroppo ho scoperto che dei quattro piccoli ne è rimasto solo uno.
Sapevo che quattro era un bel numero, di solito il più piccolo soccombe, non tanto perchè i genitori non siano in grado di nutrirli tutti, ma perchè i fratelli più grandi li prevaricano nel ricevere il cibo dai genitori.
Quest'anno anche in entrambi i nidi delle Upupe, sia quello nella cassetta di legno che in quella di mattoni a terra uno dei piccoli non è sopravvissuto, mentre i fratelli crescevano a vista d'occhio.
Nel caso degli Assioli non sò esattamente cosa sia successo, sono un pò sorpreso, ma credo che anche in questo caso il più piccolo potrebbe non essere riuscito a vincere la competizione con i fratelli, e sicuramente quello caduto e appeso al filo non ce l'ha fatta, spero che l'ultimo rimasto riesca a crescere ed andare in Africa con i genitori.

2 commenti:

  1. Poveri assioli... ho seguito con interesse - anche se non ho commentato - tutte le vicissitudini e i video delle scorse "puntate", oggi avere la conferma che la selezione naturale ha fatto il suo corso è triste... anche se, appunto, naturale. Spero anche io che l'ultimo rimasto possa farcela, crescere e volare libero in cielo!

    RispondiElimina
  2. Lo spero anch'io, anche se in realtà sono un po scettico, perchè in natura spesso i genitori di varie specie di uccelli, quando vedono ridotta drasticamente la nidiata scelgono di abbandonare anche l'ultimo rimasto lasciandolo morire. Questo a noi può risultare crudele e incomprensibile, ma in realtà è una strategia per convogliare le energie in un progetto vincente, si sà che il 30% dei piccoli di qualunque specie muoiono nel primo anno di vita, e soprattutto nelle prime settimane, per questo motivo si portano avanti molti piccoli per ogni nidiata, perchè dei 4/5 nascituri probabilmente solo uno o due riuscirà a sopravvivere e tornare l'anno successivo, figuriamoci partendo da un solo pullo, le probabilità che sopravviva e torni l'anno successivo sono piuttosto remote, e i genitori questo lo sanno e abbandonano il progetto risparmiando le energie per la prossima nidificazione. D'altronde se non fosse cosi con tutti i nascituri di ogni stagione l'anno successivo ogni specie di uccello sarebbe raddoppiata o triplicata, ma questo non accade proprio perchè le possibilità di sopravvivenza sono veramente basse. E' la natura, staremo a vedere, spero di sbagliarmi.

    RispondiElimina